Orchestra Giovanile Luigi Cherubini Tre concerti in altrettante serate hanno fornito un’idea molto precisa delle diversità di proposte musicali che può offrire Forlì. Sabato 21 novembre “Area Sismica” ha portato sul palco della Sala Sangiorgi il pianista Fabrizio Ottaviucci, poi il trombonista Michele Lomuto per un appuntamento del V Festival di Musica Contemporanea Italiana. Il giorno successivo tutti i riflettori della città erano puntati sulla esibizione che Riccardo Muti e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini (nella foto a sinistra)  hanno tenuto al San Giacomo. Infine lunedì 23 novembre si è tornati a palazzo Sangiorgi, dove il festival “L’occidente nel Labirinto” ha proposto musiche di Dmitrij Šostakovič eseguite dal violinista Gabriele Raspanti, dal violoncellista Sebastiano Severi e dal pianista Filippo Pantieri.

La biblioteca dell’Istituto Musicale Angelo MasiniUna delle perle più preziose della Forlì nascosta è sicuramente la biblioteca dell’Istituto Musicale Angelo Masini. Essa è nata con la scuola stessa attraverso il lascito del tenore forlivese Angelo Masini.

Danilo RossiDa Forlì alla Scala e dalla Scala a Forlì, ecco il cammino che abbiamo percorso con Danilo Rossi, parlando del suo studio, dei suoi incontri e delle sue esperienze

L’educazione alla musica, in quanto abitudine all’ascolto, è uno straordinario veicolo di pace. Questo presupposto guida “La musica: un ponte fra i popoli 2015. Scuole di musica per la pace”. Si tratta della terza edizione del progetto coordinato da Ipsia (Acli Forlì-Cesena) ed incentrato sullo scambio tra le scuole di musica dei Balcani e quelle del territorio forlivese.

San Giacomo

La musica ha costituito il filo conduttore dell’Open day che da sabato 30 maggio alle ore 18 a domenica 31 alle 23, ha inaugurato lo spazio sorto nell’ex chiesa di San Giacomo Apostolo adiacente ai Musei San Domenico.

Coro Cappuccinini e San Paolo

La musica torna sul colle per celebrare un quarto di secolo di “Sadurano Serenade”. Il filo conduttore della XXV edizione della rassegna, che si svolgerà da giovedì 28 maggio a domenica 5 luglio, non risiede in una tematica musicale, ma nelle emozioni suscitate dalla musica e dalla loro condivisione.

Una sala Sangiorgi non pienissima ha assistito alla finale del terzo “Concorso Lirico Forlivese 2015”, l’iniziativa promossa dall’associazione ‘Forlì per Giuseppe Verdi e realizzata con il contributo del Comune di Forlì e della Fondazione Cassa dei Risparmi. “Voci della «Belle Époque»” è stato il tema di quest’anno che ha voluto trovare un legame con la mostra dei Musei San Domenico Boldini: lo spettacolo della modernità.