Danilo Rea e Gino PaolFlavio Boltro, Eric Legnini, Enrico Pieranunzi e soprattutto Danilo ReaGino Paoli. Questi sono alcuni dei protagonisti dell’”ARTUSIjazz 2019 inverno”, festival che nei primi giorni del nuovo anno consentirà al jazz di viaggiare per il territorio forlivese. Bertinoro, Forlì, Forlimpopoli e Santa Sofia sono i comuni in cui farà tappa la proposta di “Dai de jazz”, che ha pianificato un programma capace di soddisfare differenti esigenze di ascolto. “Portrait in Jazz”, brano di Bill Evans, è il titolo di questa nona edizione invernale proprio dedicata al pianista e compositore statunitense di cui nel 2019 ricorrerà il novantesimo anniversario della nascita.

Aspetto più evidente di questo omaggio sarà la presenza di un pianista in ogni concerto, come accadrà l’1 gennaio, alle ore 16.30, nella chiesa di San Pietro a Corniolo, quando Teo Ciavarella inaugurerà la rassegna. I nomi di maggior richiamo brilleranno il 2 gennaio sul cielo di Santa Sofia: alle ore 21.30 Gino Paoli e Danilo Rea porteranno Due come noi che … al Teatro Mentore. Lo spettacolo di grande richiamo sarà preceduto alle 16 (aula Pertini del “Centro culturale”) dalla conferenza di Enrico Merlin dal titolo Il jazz e i cantautori. storie di universi paralleli ed alle 23,30 da una jam session presso la “Fiaschetteria”.

Flavio BoltroIl 3 gennaio sarà la prima delle due giornate a Bertinoro: alle 21.30, presso il Teatro Ex Seminario sarà la volta di “The Quintet”, che sarà seguito da un’altra jam session alle 23.30 presso l’Enoteca “Bistrot Colonna”. Il 4 gennaio alle 21,30 nella chiesa di San Silvestro Alessandro Lanzoni ed Enrico Zanisi si esibiranno in Conversation with ….

Il 5 gennaio si arriva a Forlì, dove alle 17 da “Calboli Dischi” Merlin terrà una conferenza dal titolo Bill Evans. L’arte del sottinteso e della coerenza. La sera (ore 21,30) al San Giacomo è previsto il concerto dell’”Eurostars Trio” di Enrico Pieranunzi. Questo “viaggio in jazz” terminerà a Forlimpopoli con un “piano solo” dello stesso Pieranunzi in programma il 6 gennaio alle 11 nella Chiesa dei Servi.