The NecksUn evento di livello nazionale attende Forlì nel prossimo week end con una serie di concerti in esclusiva o in data unica. Star da tutto il mondo si sono date appuntamento al San Giacomo per dare vita alla terza edizione di “Forlì Open Music”, intitolata “Note al presente”. La manifestazione, promossa dall’Assessorato alla Cultura, è come sempre curata da “Area Sismica” e da Elisabetta Righini.

A differenza di molti festival “di nicchia”, questi due giorni metteranno in dialogo diversi generi musicali: dalla classica di Enrico Pace e Igor Roma, alla contemporanea di Irvine Arditti, dal jazz di Hamid Drake, Kent Kessler e Ken Vandermark, all’improvvisazione ed alle radici popolani di Yannis Kyriakides ed Andy Moor fino alla musica ipnotica dei “The Necks”. La città sarà presente sul palco con gli studenti dell’Istituto Musicale “Angelo Masini” e del Liceo Musicale Statale. "Forlì Open Music" si concluderà con “Open Border”, un’opera originale concepita per questo evento da Gianni Trovalusci, Luigi Ceccarelli, Hamid Drake e Ken Vandermark. Ogni artista proporrà il suo modo di “ascoltare” il presente.

Irvine Arditti

L’iniziativa rientra in “enERgie diffuse” della Regione Emilia-Romagna, nell’ambito della Settimana della Cultura. Ingresso libero fino a esaurimento delle 480 poltroncine di cui è dotato ora il San Giacomo in attesa dell’adeguamento acustico.