Simone GrazianoUn jazz club itinerante sta sempre più prendendo forma nel nostro territorio ed in particolare tra Forlì e Bertinoro. È l’Artusijazz club, iniziativa a cui, dopo le sperimentazioni degli anni passati, l’associazione culturale Dai de jazz vuole ora dare continuità affiancandola al festival invernale ed a quello estivo. Diverse sono le linee guida degli appuntamenti, che partiranno il 31 ottobre 2017 per terminare il 16 marzo 2018, sempre avendo come finalità primaria quella di portare nel nostro territorio ascolti di qualità rivolti ad appassionati e neofiti.

Il primo dei nove concerti, previsto il 31 ottobre all’Istituto Masini di Forlì, presenterà già due importanti fili conduttori di tutta la stagione: il quintetto capitanato dal giovane pianista Simone Graziano avrà come ospite il sassofonista newyorkese David Binney. La nuova collocazione degli eventi ha dato infatti agli organizzatori la possibilità di ospitare diversi musicisti americani. Inoltre già da questo primo evento appare chiara l’intenzione di dare spazio al futuro del jazz e dunque a giovani, però già affermanti. Questo interesse sarà anche al centro delle quattro serate all’Enoteca Bistrot Colonna di Bertinoro (via A.Mainardi 10/12), a partire dal 10 novembre, quando il pianista Giovanni Guidi proporrà Solo. Si passerà poi al 26 gennaio 2018 con ‘La Maida Organ Trio’, seguito il 16 febbraio da ‘Blackline’, trio capitanato dalla voce di Laila Martial. Infine il 16 marzo è previsto ‘The Hobby Horse’.

Paolo FresuVi saranno poi i grandi nomi, ospitati al Naima Club, che gli organizzatori intendono far tornare ad essere uno dei fulcri della vita jazzistica forlivese. In questa prospettiva allo storico locale di via Somalia è affidato il compito di accogliere celebri artisti capaci di richiamare un pubblico più vasto. È il caso di Karima, in cartellone il 1 dicembre: la sua fama nella musica leggera può portare molti ascoltatori a seguirla nel suo nuovo cammino nel jazz. Non mancheranno i grossi calibri come Roberto Gatto, col suo nuovo quartetto, che il 5 gennaio suonerà accanto a Kurt Rosenwinkel. Il 9 febbraio sarà la volta del quartetto americano guidato da Dayna Stephens. L’appuntamento clou è previsto il 25 febbraio quando Paolo Fresu presenterà il suo nuovo cd.