Ferdinando SciannaI “Luoghi” sono nello sguardo di Ferdinando Scianna. Questo è uno dei rapporti che mette in relazione la “Settimana del Buon Vivere 2018”, intitolata Luoghi, e la mostra Viaggio, Racconto, Memoria, la retrospettiva del fotografo siciliano ospitata dal 22 settembre 2018 al 6 gennaio 2019 ai Musei San Domenico. Per il quarto anno consecutivo la Fondazione Cassa di Risparmi di Forlì ha scelto di accompagnare gli eventi che per più di sette giorni hanno animato la Città con una mostra dedicata ad un grande fotografo. Giocando con le luci e le ombre di “luoghi”, personaggi e situazioni del mondo, dagli scatti di Scianna, come da quelli di Steve McCurry, Sebastião Salgado ed Elliott Erwitt, emerge un’idea complessa di “Buon vivere”, che nasce dalla consapevolezza del suo contrario.

Forlì Four DesignL’etimologia della parola “design” rimanda alla pratica del progettare, e dunque al futuro. Su queste basi nasce “Forlì Four Design”, manifestazione che dal 24 al 27 maggio riempirà il nostro centro storico di oggetti, idee, problemi, tavole rotonde e percorsi promossi dalla neonata associazione forlivese For Design. I Comuni di Forlì, Cesena e Faenza, la Regione Emilia Romagna, l’associazione per il Disegno Industriale, l’Ordine degli Architetti di Forlì-Cesena e di Ravenna non hanno solo dato il loro patrocinio ma hanno anche collaborato con entusiasmo a questa prima edizione.

Sebastião Salgado, GenesiCome ogni anno, anche nel 2016 l’autunno è il tempo della qualità delle mostre d’arte al complesso dei Musei San Domenico. Ci riferiamo in particolare a Genesi, l’esposizione itinerante di Sebastião Salgado, che la Fondazione Cassa di Risparmio ha portato a Forlì. Le luci, paradossalmente esaltate dal bianco e nero, delle immagini del fotografo brasiliano si potranno vedere al San Giacomo fino al 30 gennaio 2017. Dopo il successo nel 2015 di Icons di Steve McCurry, si continua a puntare su grandi fotografi la cui arte pone in relazione il piano estetico con quello etico.

Testimoni dell’improntaIl corpo e la materia sono le caratteristiche principali dell’arte del giovane scultore forlivese Matteo Lucca. Attorno a questi due cardini si sta dipanando la storia della sua attività in cui essi sono sempre stati mezzi per esprimere una profonda drammaticità. Benché la sua strada sia appena iniziata, essa ha trovato in questi due elementi un filo conduttore che ci permette di tracciare insieme a lui un racconto.

Continuo infinito presente in fieriL’estetica della performance sta ormai da tempo portando in primo piano il ruolo cruciale che il corpo ha anche per quasi tutte le arti figurative: al contrario della musica, della poesia e del teatro, dove è necessario un esecutore, la pittura e la scultura portano la memoria del rapporto tra il corpo dell’autore e la materia. Questa è stata una mancanza avvertita alla costruzione di Continuo infinito presente in fieri che sabato 18 giugno ha inaugurato la mostra Nel punto immobile del mondo rotante, esposizione di Remo Salvadori, visitabile all’interno del San Giacomo fino al 18 settembre.

Enrico Lombardi"Chi non ha passato non ha presente, né tantomeno futuro”. Queste parole del pittore Enrico Lombardi sintetizzano non solo la sua opera, ma anche la sua riflessione sull’arte. Lo abbiamo intervistato a conclusione della mostra “The Kingdom” alla galleria Luigi Michelacci di Meldola: ci è sembrato un’occasione preziosa per ascoltare il racconto del suo passato, del suo presente e del suo futuro.

Opere del noto pittore forlivese Giovanni Marchini (Forlì 1877- 1946) sono esposte in una bella mostra antologica alla Galleria Farneti in Via degli Orgogliosi, Forlì.  Si tratta di dipinti, alcuni inediti, appartenenti alla famiglia Marchini che, per l’occasione, ha anche pubblicato un libro con le riproduzioni di molti quadri, fotografie d’epoca , disegni e anche recensioni sui giornali riferite alle mostre allestite quando il pittore era ancora vivo.